Visita guidata e laboratorio didattico presso il “Museo vivo del mare” di Pioppi.

911712_10201031048763384_1432713399_nIl modulo didattico si apre con la visita guidata al Museo, uno splendido percorso didattico tra le vasche presenti, dove le biologhe marine illustrano gli habitat marini rappresentati, tipici delle coste cilentane: dalla “vasca tattile”, nella quale è riprodotto un ambiente roccioso caratteristico dei primi metri di profondità, dove i visitatori hanno la possibilità di osservare da vicino gli organismi presenti e, addirittura, di poterli toccare, alle vasche Infreschi, Leucosia e La Punta che ospitano organismi tipici degli habitat della costa cilentana, fino alle vasche cosiddette “di profondità” perché al loro interno sono riprodotti quei fondali rocciosi caratterizzati da anfratti e grotte, regno incontrastato di pesci di grosse dimensioni come cernie, corvine, ecc. Al termine della visita si sale al piano superiore dove i ragazzi effettuano un laboratorio didattico a scelta (tra quelli elencati di seguito) corredato da spiegazioni, giochi ed esperimenti a tema, prevedendo quindi attività di tipo esperienziale. Naturalmente la visita guidata ed il laboratorio seguono entrambi lo stesso filo conduttore. Per concludere la nostra giornata insieme si procede con la passeggiata sulla spiaggia ‐ “un giorno da biologi marini” – nel corso della quale le biologhe marine, insieme ai ragazzi, si guardano intorno imparando a riconoscere tutto quello che li circonda e ad osservare la natura circostante con occhi diversi, occhi non di un semplice turista ma piuttosto di un esperto biologo. Il tutto viene effettuato tramite giochi e cacce al tesoro misteriose.
Quindi la visita al Museo Vivo del Mare di Pioppi viene articolata in 4 momenti principali (visita, laboratorio didattico, dieta mediterranea e passeggiata sulla spiaggia) con una durata complessiva di circa 2 ore e 30 minuti. I visitatori hanno la totale e più completa libertà di scelta, potendo decidere al momento della prenotazione cosa fare e in che ordine farlo in relazione alle loro esigenze ed ai loro tempi.

Tempi e costi:
Durata della visita al Museo Vivo del Mare: 30 minuti
Durata del laboratorio didattico: 30 minuti
Durata degli esperimenti didattici: 30 minuti
Costo ingresso Museo: 2,00 euro
Costo visita guidata: 1,50 euro
Costo laboratorio didattico ed esperimenti: 3,00 euro
Passeggiata guidata in spiaggia: 3,00 euro
Costa visita animata: 5,00 euro (minimo 50 partecipanti, in due gruppi)
Pacchetto INGRESSO+VISITA+LABORATORIO CON ESPERIMENTI+PASSEGGIATA SULLA
SPIAGGIA, 8,00 euro a ragazzo invece di 9,50 euro a ragazzo.
Dal 15 novembre al 15 febbraio il Museo effettuerà uno sconto del 15% sul pacchetto didattico.
I Moduli didattici sono per max. 25 studenti + max. 2 accompagnatori o insegnanti (non paganti).
Possono essere svolti max. 2 attività in contemporanea per un totale di 50 studenti + 4 accompagnatori
o insegnanti (non paganti).

I disabili e i loro accompagnatori hanno diritto all’ingresso gratuito.
I prezzi si intendono per persona.
E’ possibile effettuare il pranzo presso strutture convenzionate.

MODULI DIDATTICI
I laboratori didattici di seguito proposti possono essere adattati alle scuole di ogni ordine e grado.

L’acqua, l’aria, la terra e il fuoco sono per i ragazzi naturali elementi di gioco e di divertimento.
Sono materie che offrono loro la possibilità di vivere sensazioni piacevoli, di conoscere, di esplorare…
Il laboratorio didattico che vi proponiamo è finalizzato alla scoperta di questi quattro meravigliosi
elementi fondamentali in natura.
Il nostro obiettivo è quello di sviluppare e stimolare negli allievi che ci verranno a trovare la capacit
di sintesi, la curiosità e la voglia di apprendere cose nuove. Studieremo insieme le interrelazioni
tra le varie componenti (fisico-biologiche, economico-produttive, storico-ambientali) che caratterizzano
ogni contesto ambientale e ne determinano di conseguenza l’originalità e l’unicità. I temi
più importanti che tratteremo saranno legati alle risorse “aria, terra, acqua e fuoco”, quali risorse
da salvaguardare. Il tutto si articolerà in quattro grandi blocchi, tutti correlati da lezioni frontali con i
nostri esperti, video, immagini, esperimenti didattici e attività laboratoriali.
Obiettivi formativi
Il fine sarà di acquisire le conoscenze di base per lo studio delle nostre risorse naturali.
La scoperta di questi meravigliosi animali avviene attraverso la visione di filmati, foto e suoni tutti naturalmente supportati e spiegati dalle biologhe marine responsabili che, oltre ad aprire spiragli su un nuovo mondo, forniranno curiosità sullo splendido lavoro che svolgono a mare.
Obiettivi formativi
Conoscere da vicino i Cetacei, mammiferi che si sono adattati alla vita acquatica attraverso una complessa evoluzione.
La natura, sia sopra che sotto le acque marine, è un bene che appartiene a tutta l’umanità. Impariamo a conoscerla insieme con questo nostro nuovo laboratorio didattico. Nell’ambiente marino, così come in tutti gli altri ambienti, gli organismi viventi interagiscono tra di loro e con l’ambiente fisico e chimico che li circonda. In questo processo gli organismi hanno un’influenza tra di loro e sull’ambiente in cui vivono. Allo stesso tempo le caratteristiche e le modificazioni ambientali influenzano tutti gli organismi. L’ecologia marina studia l’insieme di queste relazioni.
Obiettivi formativi
Il progetto si propone di far conoscere ai bambini gli animali che vivono nel nostro mare attraverso un’esperienza visiva diretta ed in certi casi anche mediante il contatto fisico e la manipolazione.
Impareranno a conoscere come vengono classificati i diversi organismi marini e si divertiranno costruendo un piccolo acquario marino.
La costa o litorale è la linea di confine tra la terra e l’acqua di un oceano, golfo, mare o grande lago. Vi siete mai chiesti quanti tipi di costa possiamo incontrare facendo una passeggiata lungo il mare? E che differenze ci sono?
Obiettivi formativi
Questa unità è dedicata alla scoperta della vita lungo le coste. Lo scopo è quello di far riflettere gli studenti sul ruolo fondamentale che la morfologia delle zone litorali ha sugli organismi che le popolano soffermandosi su alcune caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua (luce, densità…).
Sono animali perfettamente adattati alla vita acquatica grazie alla forma allungata del corpo ricoperto da un robusto guscio ed alla presenza di “zampe” trasformate in pinne. Vi siete mai posti queste domande: ma dove vivono le tartarughe marine? Da quanto tempo esistono le tartarughe marine? Come si riproducono le tartarughe marine? A quali minacce sono soggette le tartarughe marine? Noi risponderemo alla maggior parte di queste domande e vi stuzzicheremo con altre meravigliose curiosità.
Obiettivi formativi
L’obiettivo del progetto è di promuovere e diffondere nei giovani la cultura per il mare e prepararli a trarre risorse da esso, cercando di infondere la cultura della salvaguardia; educare al rispetto dell’ambiente, in particolare quello marino, sensibilizzandoli alle problematiche dell’ecosistema marino. Conoscere insieme questi meravigliosi organismi marini che spesso incontriamo nei nostri mari. Ci sarà una sezione del Museo interamente dedicata a questi Animali, un piccolo universo interattivo completamente dedicato a loro.
In natura ogni elemento ha la sua grande importanza: acqua, rocce, aria, esseri viventi vegetali ed animali… Tutto concorre a creare un complesso gioco di equilibri e relazioni chiamato ecosistema. Le piante sono gli elementi che collegano gli esseri viventi con quelli non viventi; le radici affondano nel terreno, i rami ospitano mille specie diverse di organismi. Nel mare non vivono solo gli animali marini ma, se ci pensi bene, in mare ci sono anche piante e alghe. Come si fa a distinguerle?
Obiettivi formativi
Con questo laboratorio cercheremo di ispirare e guidare le nuove generazioni alla salvaguardia e alla gestione dell’ambiente andando a scoprire i segreti dello sviluppo delle piante ed il loro ciclo vitale. Scopriremo che le piante non vivono solo sulla terra ma anche sott’acqua, andremo a conoscere e studiare le praterie di Posidonia oceanica ,distese verdi sottomarine che si muovono al ritmo delle onde. Proveremo a riflettere sulle piante, su quali sono le loro principali caratteristiche.
La memoria storica, il sapere e la cultura, tutto ciò che ci circonda è il risultato della vita passata. Dal nostro passato comune abbiamo ereditato in particolare una consapevolezza condivisa; il fatto che nelle comunità in cui operiamo sia in atto una positiva rivalutazione della memoria storica
e dell’identità locale, è una vera e propria inversione di tendenza rispetto al sentire comune dei decenni passati. La pesca, pur essendo una delle attività di sostentamento più antiche in assoluto, ricopre oggi un ruolo centrale nella generazione di benessere. Considerando i dati disponibili a livello mondiale appare evidente come tale settore rappresenti una componente particolarmente dinamica dell’industria alimentare.
Obiettivi formativi
Il modulo si pone l’obiettivo di informare e sensibilizzare i fruitori ai fini della salvaguardia della storia e della cultura del nostro territorio; fornire conoscenze e competenze in tema dei mestieri e delle arti del nostro territorio. In particolare porremo l’attenzione sulla gestione della pesca nel Mediterraneo che è considerata un tema di studio di rilevanza cruciale ed è per questo che, effettueremo un quadro aggiornato della pesca mediterranea affrontando gli aspetti ambientali, economici e sociali ed esaminando l’aspetto della gestione e della regolazione. I ragazzi impareranno a conoscere una delle più tradizionali modalità di pesca cilentana: le alici di menaica. Allora, fatti pescare dalla parte giusta!!!
Il nostrro corpo è come una macchina: ha bisogno di energia per svolgere i suoi compiti: per crescere: occorre sempre nuovo materiale per costruire le sue parti per mantenersi: muoversi, lavorare, giocare, pensare, respirare per rinnovarsi: le piccolissime parti, le cellule, che compongono il nostro corpo vengono continuamente rinnovate. L’energia necessaria viene fornita al nostro corpo dai cibi che mangiamo o meglio dalle sostanze chimiche contenute negli alimenti, sia di origine animale che vegetale.
Obiettivi formativi:
Il laboratorio nasce con l’intento di uscire dallo schematismo forzato del “fa bene – fa male alla salute” (ai giovani questo interessa poco), e far sì che i giovani si possano porre in una prospettiva più ampia che, attraverso il lavoro insieme, offra l’occasione di attivare dei comportamenti realmente positivi: conoscere se stessi e gli altri (per esempio attraverso l’analisi e il confronto dei gusti personali), rivalutare la cultura del territorio (per esempio con la scoperta di tradizioni alimentari ormai rare),valorizzare la dimensione interculturale dell’alimentazione (come si mangia nel villaggio globale?), rispettare regole di comportamento sociale (una corretta alimentazione è fatta anche del rispetto del cibo, degli spazi, dei commensali).
Il progetto proposto è incentrato sul tema del risparmio idrico, questione sempre più urgente a livello locale e internazionale. Infatti il continuo utilizzo insostenibile delle risorse idriche del Pianeta sta compromettendo gli equilibri ecologici globali, oltre che la qualità della vita dell’uomo. Diventa quindi sempre più indispensabile attuare una riflessione in merito alla gestione dell’acqua a partire dai cittadini stessi, per pensare ed agire ecologicamente, e fornire esempi e proposte pratiche di risparmio e utilizzo sostenibile delle risorse.
Obiettivi formativi:
“L’Acqua” è un percorso educativo che vuole cercare di infondere la cultura della salvaguardia ed educare i giovani al rispetto dell’ambiente, sensibilizzandoli alle problematiche dell’ecosistema, ed incrementare la percezione del valore assoluto della risorsa acqua, come risorsa primaria e non “scontata”. Ai ragazzi sarà data la possibilità di approfondire tematiche legate all’acqua, sia nella sua accezione fisica (l’acqua come risorsa quotidiana che ognuno deve risparmiare) che nella sua componente sociale e umana (l’acqua come metafora del divenire, dello scorrere del tempo, del cambiamento e quindi della crescita).
Fin dai tempi più antichi, l’uomo ha studiato gli affascinanti colori naturali cercando di ricavarli da: foglie, fiori, frutti, bacche, cortecce, radici… Oggi la scienza medica ci ha confermato ciò che la natura ci suggerisce da sempre, cioè che nella verdura e nella frutta troviamo insospettabili virtù preventive e curative. Un cestino di frutta o una ciotola di insalata mista non sono perciò solo un piacere per gli occhi, ma anche un toccasana per la salute del corpo e della mente.
Obiettivi formativi:
Questo laboratorio nasce con l’obiettivo di conoscere meglio il nostro territorio e per diffondere la cultura di una sana e corretta alimentazione entrando in armonia con la natura e, per imparare facendo qualcosa di innovativo e di nuovo. Attraverso i colori, i sapori, gli odori e le forme della
natura, ci proponiamo di fare in modo che lo stesso non vada perduto. Tutti insieme, improvvisandoci artigiani tintori ci divertiremo a schiacciare, grattugiare, pestare, strizzare e filtrare diversi tipi di verdure (carote, cavoli cappucci, spinaci, verze …) ricavando una serie di liquidi colorati. Questi ultimi, uniti al sale, all’aceto o al limone si trasformeranno così in “tinte naturali”.
L’inquinamento è un grande viaggiatore. Gli inquinanti, infatti, prodotti in un punto qualunque del Pianeta, viaggiano attraverso l’aria sotto la spinta dei venti, si uniscono ad altre sostanze presenti nell’atmosfera, poi con la pioggia precipitano al suolo e da qui penetrano nelle falde acquifere e vengono trasportati dalle acque dei fiumi fino al mare.
Obiettivi formativi:
Partendo dall’inquinamento marino impareremo a riconoscere i rifiuti e a come trasformarli in risorse. L’idea fondante del progetto nasce dall’esigenza di sviluppare processi sempre più ampi di attenzione e responsabilizzazione nei confronti dell’ambiente, far comprendere gli effetti che i nostri stili di vita producono sull’ambiente e imparare a conoscere la nuova frontiera della raccolta differenziata. Ci divertiremo costruendo animaletti marini con materiale da riciclo.
Cosa mangia il pesce e cosa mangiamo noi. Per una volta capovolgiamo il punto di vista e partiamo alla scoperta di come e di che cosa si cibano le specie marine … e anche di cosa non dovrebbero cibarsi. Passeremo poi a noi esseri umani e capiremo insieme cos’è la dieta mediterranea e quali sono i principi di una sana e corretta alimentazione.
Il Mare nel Mito di e con Flavia D’Aiello
Al museo approda un nuovo modo di svolgere la visita guidata tra le vasche: “le visite animate”. Esse sono percorsi didattici appositamente studiati per stimolare un rapporto creativo ed interattivo tra lo spettatore/partecipante e i luoghi attraversati. Accade, dunque, qualcosa di molto diverso da quello che accade in un’aula di scuola dove si conduce una didattica tradizionale: chi partecipa viene messo a contatto diretto con un fenomeno (sorprendente, bello, stimolante) e viene supportato nei suoi spontanei, liberi e anche giocosi processi di apprendimento.
Ecoteatro: il Mare a cura della Compagnia La Mansarda
Conoscere il Museo Vivo del Mare attraverso il teatro, stimolando i ragazzi all’ascolto e all’attenzione.
Le rappresentazioni vedono impegnati 1- 2 attori, e variano a seconda delle fasce d’età coinvolte.
Per i Bambini della scuola dell’Infanzia e del Primo ciclo della Primaria si attinge al vasto repertorio della fiaba: Il pesciolino d’oro, la Sirennetta, Abdhallah di terra e Abdallah di mare. Per il secondo ciclo della Primaria e la secondaria di primo grado si affronta il mito greco, o i grandi classici della Letteratura, come l’impareggiabile Moby Dick. Tutte le performances sono accompagnate da suggestioni musicali, ed integrano in perfetta comunione la visita al museo, accompagnando il visitatore – spettatore in un viaggio indimenticabile che lo porta a scoprire la ricchezza ed la magia del mare, nostra risorsa inesauribile, inculcandogli, attraverso la conoscenza, il valore del rispetto per il nostro patrimonio naturale.
APERTO TUTTI I GIORNI

APERTO TUTTI I GIORNI

(escluso il martedì)
• Mattina: 9.30 • 12.30
• Pomeriggio: 17.00 • 21.00
• Ingresso: 3 euro
• Visita guidata: 1,50 euro
InfoMuseo

InfoMuseo

Prenota e/o richiedi maggiori info a info@museovivodelmare.it

o telefonando a:

+39 0974 90 50 59

+39 338 15 56 904

Ricevi gli aggiornamenti

Ricevi gli aggiornamenti

Iscriviti alla newsletter